Offerte didattiche

TRM, AMIAT e IREN offrono alle scuole progetti condivisi di educazione ambientale sul ciclo di gestione dei rifiuti per concorrere insieme a diffondere una sempre maggiore cultura della sostenibilità ambientale alle nuove generazioni. (edu.gruppoiren.it/eduiren)

TRM ha sempre dedicato particolare importanza all’educazione ambientale come canale fondamentale per aprire un dialogo con le nuove generazioni e il mondo della scuola, attraverso progetti di sostenibilità ambientale e iniziative didattiche.

Da quest’anno TRM offre due percorsi distinti di visita all’impianto a seconda che della fascia di età dei ragazzi per adeguare linguaggio, contenuti e metodi ai nostri interlocutori.

In particolare, il Progetto scuole si rivolge ai bambini delle scuole primarie e ai ragazzi delle secondarie di primo grado, quindi ad una fascia di età che va dai 6 ai 13 anni. La scoperta dell’impianto si basa sul gioco e sulla diretta partecipazione dei ragazzi alle attività.

Le visite guidate, invece, si rivolgono a coloro che frequentano le secondarie di secondo grado e sono gestite come le visite per gli adulti.

Il Progetto scuole

Con una modalità nuova ed originale, attraverso il coinvolgimento diretto dei visitatori e con linguaggi e contenuti pensati per tutte le fasce di età, è possibile scoprire il ruolo del termovalorizzatore nel ciclo integrato dei rifiuti, il suo funzionamento e i processi che vi avvengono.

Scuola primaria. L’esperienza inizia con la conoscenza del ciclo integrato dei rifiuti attraverso il gioco Picnic con Poldo, nel quale i bambini riflettono sulle scelte di acquisto che determinano la produzione di rifiuti.

  1. Età 6-7 anni. Successivamente al pic-nic, imparano cosa avviene all’interno del termovalorizzatore giocando con una riproduzione dell’impianto e attraverso una serie di scatole che rappresentano il processo di incenerimento con recupero di energia.
  2. Età 8-10 anni. Dopo il pic-nic, i bambini divisi a squadre, attraverso l’uso di tessere magnetiche e un modello semplificato, ricostruiscono il processo di termovalorizzazione imparando concetti di conferimento e stoccaggio, combustione, produzione di energia, trattamento fumi e produzione di residui.

Per entrambe le fasce, segue la visita al termovalorizzatore suddivisa per tappe e con l’ausilio di una mappa.

Scuola secondaria.

  1. Età 11-13 anni. Attraverso due giochi: Liberi dai Rifiuti e Dall’inizio alla fine i ragazzi apprendono come funziona il ciclo integrato dei rifiuti. Riscostruiscono il funzionamento del termovalorizzatore con un modellino semplificato e tessere magnetiche. Nel corso della successiva visita all’impianto – suddivisa per tappe – si mettono alla prova rispondendo ad un quiz sul termovalorizzatore.
  2. Età 14-19 anni. La visita all’impianto si svolge attraverso un percorso guidato che inizia da un primo tunnel vetrato sopraelevato dal quale si può osservare l’arrivo dei camion dei rifiuti. Si prosegue in sala controllo, per poi continuare in un secondo tunnel didattico che corre lungo l’impianto e dal quale – attraverso delle finestrature – si può osservare l’interno del termovalorizzatore. Per comprendere come funziona l’impianto, il tunnel è allestito come in un percorso museale con pannelli grafici e una applicazione interattiva con schermo touchscreen.


Dettagli organizzativi

La visita è guidata e gratuita
Per le visite della classi di scuola primaria e secondaria di primo grado la visita dura 2 ore e mezza circa (prevista una pausa merenda)
Per le visite delle classi di scuola secondaria di secondo grado la visita dura circa 1 ora e mezza
Le visite sono per classi singole con un massimo di due classi in contemporanea
Sede: termovalorizzatore di Torino, via Paolo Gorini 50
Collegamenti con l’impianto: linea urbana GTT N. 74

Modalità di prenotazione